Archivi tag: comunicazione sociale

Galleria

Ecco il NID 2013! il Nonprofit Innovation Day torna il 24 ottobre a Milano

Questa galleria contiene 1 immagini.

Anche per il 2013 torna il Non Profit Innovation Day: l’evento annuale dedicato all’innovazione del mondo Non Profit, organizzato in partnership da Sda Bocconi e IDMC. SAVE THE DATE! Milano – 24 ottobre 2013 Aula X-perience lab 9:30 – 18:30 Via Bocconi 8, Milano I … Continua a leggere

Galleria

LE TEORIA DEI 4 DONATORI e la psicologia del dono

Questa galleria contiene 1 immagini.

Il donatore è una persona speciale, una persona che ha deciso di essere solidale verso il prossimo, verso la natura e, non ultimo, verso se stesso. Questa regola l’ho imparata in dieci anni di lavoro fianco a fianco con i … Continua a leggere

Galleria

PERCHE’ DOVREI DONARE 50 EURO ALLA TUA ORGANIZZAZIONE NONPROFIT?

Questa galleria contiene 1 immagini.

E’ una di quelle domande fondamentali per ogni fundraiser: non basta sapere bene cosa rispondere, bisogna riuscire a convincere un potenziale donatore a farlo grazie alla risposta. Così ecco la mia sfida: pensa alla tua organizzazione e in 140 caratteri … Continua a leggere

IL FUNDRAISING E LA CRISI, rischi e opportunità

Dopo mesi di crisi ipotizzata, scritta, detta, reale, vera, più o meno sentita… desidero condividere alcune riflessioni in merito al rapporto della crisi con la raccolta fondi e, più in generale, con il terzo settore. 

La raccolta fondi in questo ultimo periodo (tra Ottobre 2008 e Febbraio 2009) sembra, dalle tante dichiarazioni provenienti dal mondo nonprofit raccolte anche da Vita, non aver risentito “molto” della crisi economica, raggiungendo risultati importanti e di buon auspicio per l’immediato futuro. Perché? Credo sia un segnale di maturità importante da parte dei donatori italiani e anche da parte delle aziende che operano sul mercato. La consapevolezza dell’importanza del proprio contributo consente di andare oltre ai timori, alle paure provocate dalla crisi stessa. Questo grado di consapevolezza e di ricchezza sentimentale dei donatori è un patrimonio sul quale il nostro Paese e il terzo settore possono contare. Certo è possibile che ci siano nel medio periodo, in relazione alla durata del terremoto economico, contrazioni delle donazioni e diminuzioni dei contributi medi, ma la situazione potrà essere invertita appena ci sarà nuovamente un trend economico positivo.        

Sono convinto che questa crisi aiuterà il nonprofit e soprattutto il settore del fundraising, mettendo in luce le problematiche di efficienza, efficacia e professionalità che sono ancora molto presenti nell’ambito della raccolta fondi: le difficoltà del periodo evidenzieranno la necessità di rendere sempre più professionale un’area di attività vitale per la sostenibilità finanziaria delle tante cause sociali. Le organizzazioni nonprofit che non lo faranno si troveranno presto indietro rispetto ai tanti concorrenti. E mi riferisco in particolar Continua a leggere

Galleria

IL BRAND MANAGEMENT NEL NONPROFIT consigli pratici per l’uso

  Il brand è un elemento indispensabile in ogni strategia di marketing e comunicazione, è l’elemento che caratterizza la relazione tra un individuo e una marca: emozioni, aspettative, fiducia, ricordi, messaggi derivanti dal suo utilizzo. Il brand contiene le ragioni della mia … Continua a leggere

2008, CONTINUIAMO A LAVORARE PER UN MONDO MIGLIORE

Ognuno fa la sua parte su questo pianeta, nel bene e nel male. A me piace pensare di stare dalla parte del “bene”. Da quella parte che vuole un mondo migliore, non in modo astratto e utopistico, ma concreto e reale. Mi piace pensare di stare dalla parte di quel mondo pieno di persone che si impegnano per vivere civilmente rispettando il prossimo, che sostengono chi lavora per sconfiggere le malattie, che aiutano chi non ha ad avere almeno il necessario per vivere dignitosamente. Il che vuol dire cibo, acqua, istruzione e garanzia dei diritti fondamentali, ovunque nel mondo, dietro casa come dall’altra parte del pianeta.  

Mi conforta sentirmi dalla parte delle migliaia di volontari che si sono spesi in questo Natale per raccogliere fondi per le mille e mille cause sociali sulle quali intervenire per migliorare le cose intorno a noi (quanti ce n’erano!).  Mi sento forte al pensiero dei milioni di cittadini italiani che hanno firmato per il 5 x mille e sapere che il 35% degli italiani in media donerà anche nel 2008 a un’organizzazione nonprofit  (clicca qui per un bel po’ di dati statistici sul fundraising in Italia). E che nel mondo i donatori sono centinaia di milioni,  e che ogni cultura ha in sè il valore del dono. Mi piace pensare che internet, il social networking, il potere delle relazioni sociali, ci aiuteranno sempre di più nel 2008 a sensibilizzare le persone, raccogliere fondi, fare pressione sulla politica e sui media. Il video all’inizio di questo post spiega esattamente quello che intendo esprimere e anche questo recente articolo di Paolo Ferrara mi viene in aiuto (come sempre!). 

E sono sicuro di non essere solo a fare questi pensieri! Una grande saggista americana ha scritto che l’America è ricca perchè è generosa, non il contrario (Claire Gaudiani, L’economia del bene).

E questo il mio augurio personale per il 2008: diventare sempre più ricchi perchè riusciremo a essere sempre più generosi: il capitale sociale, ovunque nel mondo, si costruisce con la condivisione, con visioni di ampio respiro, con la collaborazione tra i tanti attori della società civile e del terzo settore in particolare. Non si può crescere e migliorare se intorno a noi non ci sono persone in gamba (economisti, medici, insegnanti, agronomi, …)  e infrastrutture sociali (scuole, ospedali, centri di ricerca, organizzazioni nonprofit, …) che funzionano bene, in modo efficiente ed efficace.  

Infine un pensiero a tutti gli indifferenti: continuate a fare il vostro lavoro, a produrre, consumare, a fare girare l’economia (per noi fundraiser l’economia in salute è una grande notizia!) ma non deprimeteci con il vostro nichilismo misantropo. Chimateci pure idealisti, non ci offenderemo, e proveremo a non stressarvi troppo con la nostra incrollabile speranza in un mondo migliore, consapevoli che si costruisce giorno dopo giorno, senza sosta. Ognuno come può, come vuole, come sa fare: come tanti colibrì porteremo una goccia di oceano nel deserto, di sicuro una pianta crescerà…un bambino in meno morirà di sete in un campo profughi, una donna in meno contrarrà l’aids, una comunità in più avrà la corrente elettrica, un ricercatore in più farà una scoperta su una malattia rara, un tossicodipendente in più sarà aiutato, un malato in più sarà aiutato, un barbone in più potrà mangiare, un giovane in più potrà trovare il suo talento. Uno in più è meglio di nessuno. Molto meglio per me. Per questo vale la pena di andare avanti.

E non ci fermeremo, questo piccolo pianeta ha bisogno di noi. Buon 2008!

Ps: …e un in bocca al lupo a tutti i fundraiser del mondo: che la nostra capacità di trasmettere la gioia e l’importanza del dono sia sempre più forte!  

LA FORZA DELLE IMMAGINI NEL FUNDRAISING

L’idea è semplice: raccogliere i più interessanti video sul fundraising e la comunicazione sociale realizzati in ogni parte del mondo e creare un canale dedicato su youtube. Nasce così Fundraising TV, un’iniziativa che vuole essere soprattutto fonte di idee e ispirazione per noi fundraiser e per tutti i donatori. Vai su Fundraising TV