LEADER-2-LEADER una bella sorpresa

fonte flickr

Rilancio subito una interessante iniziativa alla quale ho appena aderito: si chiama Leader2Leader ed è il nuovo network italiano dei leaders del terzo settore.

Nasce all’interno del network europeo “EUCLID NETWORK” che trova la sua origine nella ventennale (e vincente) esperienza di ACEVO (UK), l’organizzazione dei leaders della società civile inglese.

Ecco gli obiettivi di L2L: 
“Con Leader2Leader, l’Italia è la prima nazione europea a creare la propria rete di dirigenti non profit, sotto l’egida di Euclid.
MISSIONE: Sviluppare la leadership non profit.
Sviluppare le capacità di leadership dei propri membri e l’efficacia professionale, mediante networking di qualità tra pari, scambi di buone prassi e informazioni strategiche con i colleghi europei e for profit, progettazione e condivisione di sistemi di supporto alle decisioni, costruzione di sinergie con altri qualificati soggetti internazionali (tra cui Acevo, ASVI, The Art of Living International Foundation), scambio culturale tra leader di diversa provenienza.”

Il 20 giugno a Roma ci sarà la prima presentazione ufficiale di L2L all’interno del convegno “Governare il Futuro – Le sfide del terzo settore”, tra i relatori Filippo Addarii, Steven Bubb, Valerio Balzini, Massimo Coen Cagli, Alessandro Cossu, Marco Crescenzi, Seb Elsworth, Peter Kyle, Salvatore Maesano, Erin McFeely, Elisabeth Mojarro Huang, Valerio Melandri, Valentina Rossi, Philppa Wilcox. 
Per tutte le informazioni: (39) 06 5088443 –
info@leader2leader.it

Complimenti a Marco Crescenzi e a tutto il comitato promotore!  

Annunci

9 pensieri riguardo “LEADER-2-LEADER una bella sorpresa

  1. Il fatto che abbia aderito anche Francesco è decisamente un incentivo ad andare venerdì mattina e una prima garanzia che leader2leader avrà successo…..noi “leader dé roma” avremo l’onore di vederti venerdì?

  2. l’incontro è sato interessante, molti ospiti da Acevo (UK), alcuni interventi molto utili (come quello di Massimo Coen Cagli). E’ un’iniziativa di valore, ancora in fase embroniale, ma che può crescere, se sarà in grado di offrire realmente un luogo di incontro tra i manager del nonprofit italiani. Questa è la vera sfida che i promotori hanno davanti. Naturalmente le altre associazioni o gruppi di potere, i tanti “nanetti” del non profit italiano, sono già in fibrillazione per difendere la loro sopravvivenza… In bocca al lupo…insomma!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...