SMS SOLIDALI cosa succede nel mondo

fonte justgiving.com 

L’utilizzo del telefonino e delle tecnologie “mobile” stanno avendo un forte impatto anche sul settore della raccolta fondi, in tutto il mondo.

In Italia il nostro sms solidale, messo a disposizone dai diversi operatori telefonici, è ormai entrato di diritto tra i normali strumenti di donazione utilizzati dai donatori, con tutte le specificità del caso, leggi questo post per approfondire. 

Ma come si stanno muovendo le cose fuori dai confini nazionali?

Il sito Textually.org nella sezione dedicata al nonprofit ci viene in aiuto ed elenca alcune delle più importanti inziative di raccolta fondi avviate dalle charities via sms. Ad esempio:

  •  Amnesty International UK sta per lanciare un sistema di pagamento (fino a 800 £) attraverso il telefonino. Un sistema di “carrello della spesa” digitale noto come LUUP. Sarà una bella rivoluzione per i donatori.
  • una TV indiana ha lanciato una campagna di raccolta fondi via sms per i bambini socialmente svantaggiati: www.amritatv.com/sms/ (si apre subito con il video promozionale).  
  • la croce rossa americana ha lanciato un sistema per ricevere doanzioni via sms, ma alcuni donatori contestano il fatto che si paghino comuqnue 15 cent per ogni sms inviato (da 5 $ ciascuno). Se sapessero che in Italia fare una donazione con il bollettino postale costa 1 €…
  •  un altro caso interessante è quello di Justgiving che ha lanciato il suo sistema di donazione via SMS offerto direttamente ad ogni charities a fronte del pagamento di un fee per il servizio. Quindi niente gratuità, ma possibilità per tutte le organizzazioni nonprofit di attivare un “conto corrente” telefonico sempre attivo. Davvero niente male! Sarebbe molto utile che anche in Italia si arrivasse presto a questa soluzione, secondo me.  

Insomma, non perdete tempo, nella vostra home page, oltre all’indirizzo e-mail, chiedete anche il numero di telefonino!

3 risposte a “SMS SOLIDALI cosa succede nel mondo

  1. Pingback: La donazione è mobile: come l’SMS cambierà il nostro modo di donare « Fundraising Now!

  2. Ciao Paolo,
    davvero ottimo il tuo post, consiglio a tutti di leggerlo, specie a chi vuole avere un approccio innovativo verso il fundraising e vuole essere pronto per il “mobile fundraising”.

  3. Ciao Francesco,
    a quanto pare il nostro recente incontro ha stimolato entrambi a scrivere sul mobile fundraising. Chissà che non si riesca a stimolare anche qualche big profit a investire in nuovi servizi, utilissimi al non profit ma anche al profit.
    … intanto continuiamo a studiare…
    a presto

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...