IL NUOVO MODO DI FARE FUNDRAISING

fonte flickr 

Riprendo un illuminante articolo, che sottoscrivo pienamente, di Jeff Brooks pubblicato da Fundraising Success Magazine,  sulla “nuova strada del fundraising” per condividere con tutti voi il futuro prossimo, ormai quasi presente, della raccolta fondi. 

I concetti chiave sono, in sintesi, i seguenti: 

  • il vecchio modo: le organizzazioni nonprofit raccolgono fondi dai donatori.
  • il nuovo modo: le onp costruiscono relazioni con i donatori, in modo personalizzato e orientato verso di loro, raccolgono fondi e nel contempo li coinvolgono nelle attività dell’organizzazione.
  • il vecchio modo: le onp cercano un gran numero di donatori
  • il nuovo modo: le onp cercano donatori di qualità. I dati di acquisizione e fedeltà sempre più bassi (leggi direct marketing), i costi di produzione sempre più alti, impongono una scelta più di qualità che di quantità. In questo modo potrai avere una migliore donazione media, fedeltà alla causa e maggior livello di coinvoglimento. E sarà più semplice fare upgrading sui donatori.
  • il vecchio modo: il dipartimento di fundraising si occupa del fundraising
  • il nuovo modo: tutta l’organizzazione è responsabile del fundraising. Il donatore investe nella tua mission e se l’area progetti e l’area raccolta fondi non sono interconnesse in ogni fase del processo, sarà molto difficile convincerlo!
  • il vecchio modo: le onp raccolgono fondi “in generale”
  • il nuovo modo: le onp raccolgono fondi facendo scegliere ai donatori progetti e aree di intervento. Spesso questa scelta sembra comunque portare i donatore a lasciare la scelta dell’allocazione delle risorse all’organizzazione. Viceversa la mancanza della possibilità di scelta sembra portare il donatore a preferire un’altra organizzazione. Le idee chiare e i progetti concreti, pagano.
  • il vecchio modo: il focus della comunicazione è “su quanto l’organizzazione si capace di costruire un mondo migliore”
  • il nuovo modo: il focus è “su quanto il donatore possa costruire un mondo migliore”. Il donatore vuole sentirsi “importante” e percepire che il suo contributo può avere un effetto reale sulle cose che gli stanno a cuore e che grazie a te possono migliorare.
  • il vecchio modo: il “brand” (essenza, valori, percezione) è centrato sull’organizzazione nonprofit e la sua storia.
  • il nuovo modo: il “brand” è centrato sui donatori, sull’aspetto umano dell’organizzazione, sulle loro aspirazioni, che sono le tue!

Aggiungo altri 2 concetti:

  • il vecchio modo: le onp non investono sulle risorse umane
  • il nuovo modo: le onp investono sulla professionalità per ottenere il massimo dalle persone del dipartimento di raccolta fondi (e non solo).
  • il vecchio modo: si rimane chiusi nella propria autoreferenzialità, senza condividere le informazioni.
  • il nuovo modo: si fa “sistema” con le altre onp, si condividono le informazioni utili al settore, si compete collaborando, a vantaggio di tutti (e delle cause sociali).

Pronto a intraprendere la nuova strada del fundraising? Probabilmente, se sei un fundraiser attento, appassionato e preparato, lo stai già facendo, con molta fatica e grande impegno! In bocca al lupo!  

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...