CORPORATE FUNDRAISING #2 tutto quello che puoi chiedere a un’azienda

null

Confrontarsi con un’azienda spesso può essere un vero e proprio braccio di ferro, e di solito tu sei quello meno forzuto…

Per essere il più efficaci possibile bisogna sapere cosa possiamo/vogliamo chiedere, quali sono i vantaggi che offriamo grazie alla collaborazione e capire perchè un’azienda può essere interessata a noi.

Bene, a un’azienda puoi chiedere di:

  1. Finanziare continuativamente l’associazione, per progetti di medio/lungo termine
  2. Finanziare la copertura dei costi di gestione di un singolo progetto
  3. Sponsorizzare gli eventi/azioni di comunicazione e raccolta fondi organizzati
  4. Sponsorizzare una manifestazione connessa ad un progetto
  5. Donare beni e servizi per l’attività istituzionale dell’organizzazione (tutto quello che ti serve!)
  6. Donare “spazi” media per promuovere le tue campagne
  7. Destinare il budget dei regali di Natale (a fronte di una lettera congiunta da inviare a dipendenti, clienti, ecc.)
  8. Acqusitare i biglietti augurali della tua associazione
  9. Effettuare un’operazione di Cause Related Marketing
    1. si tratta di una forma di collaborazione più avanzata rispetto alla semplice donazione o sponsorizzazione, in quanto viene inserita nell’attività di marketing dell’impresa e ne coinvolge prodotti, processi e pubblico di riferimento. Con questo tipo di attività, l’impresa e l’organizzazione nonprofit instaurano un rapporto di vantaggio commerciale reciproco
  10. Coinvolgere i dipendenti
    1. attraverso un’operazione di volontariato d’impresa (per un tuo progetto, un evento, ecc.)
    2. “prestito di competenze” professionali (un IT manager, un geologo, ecc.)
    3. un’operazione di payroll giving, ovvero l’adesione, da parte del dipendente, ad uno schema di donazione su base regolare attraverso una detrazione dalla propria busta paga.

Quali vantaggi posso prospettare all’azienda?

L’azienda può trarre una serie di vantaggi importanti dalla partnership con un’associazione nonprofit. I principali benefici di una partnership sui quali puoi puntare sono:

  1. L’aumento della notorietà e del valore del brand aziendale
  2. Contribuire alla qualificazione dell’immagine aziendale.
  3. Supportare la fidelizzazione dei propri clienti
  4. Il raggiungimento di  target nuovi e diversificati
  5. L’accrescimento dello spirito di coesione tra i dipendenti e il loro senso di appartenenza all’azienda.

In più puoi offrire:

  1. L’inserimento del proprio logo sugli strumenti di comunicazione e sui materiali promozionali.
  2. La presenza dell’azienda nelle comunicazioni e nei ringraziamenti ufficiali
  3. Il conseguimento dell’attestato di azienda sostenitrice.
  4. L’ottenimento delle deduzioni fiscali, ai sensi delle legge n. 80/2005, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.111 del 14 maggio 2005. Le persone fisiche e le aziende potranno usufruire per le erogazioni liberali in denaro di deduzioni fiscali fino al 10% del reddito dichiarato e fino a un massimo di euro 70.000 (settantamila). È importante conservare la ricevuta ai fini fiscali.

Ma perchè un’azienda può essere interessata a noi?

  1. Per interessi commerciali. Pensa di poter vendere di più grazie a voi. Questa sarà sempre la motivazione principale (non c’è niente di male).
  2. Perchè ha bisogno di una lavatrice etica (voi) per i suoi misfatti (vi serve una policy!)
  3. Perchè crede nella responsabilità sociale d’impresa e voi siete degli stakeholder di riferimento (esistono, credetemi)
  4. Perchè il presidente/la proprietà ha uno spirito filantropico
  5. Perchè il vostro brand e il loro brand sono molto affini
  6. Perchè le ricerche di settore dicono che è bene sviluppare partnership con il nonprofit

In sintesi:

  1. Vai preparato all’incontro, con tutti i materiali informativi necessari.  
  2. Scopri tutto quello che l’azienda ha fatto nel sociale in precedenza e se ha progetti futuri.
  3. Scopri tutto quello che i tuoi competitor hanno fatto con il mondo corporate.
  4. Prospettagli tutti i vantaggi della collaborazione ma soprattutto: sii appassionato! Raccontagli i progetti della tua onp con entusiasmo e fagli comprendere il “bisogno” e quanto sia importante per voi la loro partnership. 

Per approfondire il tema ti può essere di aiuto visitare:

  • Sodalitas il sito di assolombarda dedicato alla CSR (Corporate Social Responsibility)
  • Business in the communty l’alter ego inglese, con molte case history
  • Orsadata la banca dati, utilissima, sulle attività di csr delle aziende italiane. Da usare.

3 risposte a “CORPORATE FUNDRAISING #2 tutto quello che puoi chiedere a un’azienda

  1. Pingback: CORPORATE FUNDRAISING #1 consigli pratici per cominciare « FARE FUNDRAISING

  2. I Vostri consigli li ho trovati interessanti, vorrei chiederVi suggerimenti appropriati su quali sono le modalità d’intervento che ritenete possibili e come poter ottenere migliori risultati intermini di visibilità e raccolta fondi per la ns. associazione AICCOS.
    Resto in attesa di riscontro
    Grazie.
    Michele Paparella

  3. Pingback: Fundraising Trends 2016 – i 5 fattori chiave del nuovo anno | FARE FUNDRAISING

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...