SULLA FONDAZIONE MILANO SOCIALE

fonte flickr

Cos’è la Fondazione Milano Sociale? il progetto, lanciato questa estate dal sindaco di Milano Letizia Moratti con il coinvolgimento della Camera di Commercio e dei Sindacati, nasce “per sostenere il welfare milanese attraverso la collaborazione attiva di pubblico e privato”.

Il principio non fa una piega, va verso la sussidiarietà orizzontale e mette a disposizione nuove risorse per il terzo settore cittadino. Ma siamo sicuri che ci sia bisogno di una nuova Fondazione? Di un nuovo ente semipubblico, con tanto di struttura e costi di gestione? Un altro filtro tra il comune, gli assessorati di riferimento e il terzo settore?
E qui sta il punto: bisogna definire esattamente il ruolo e gli obiettivi della Fondazione Milano Sociale, affinché da opportunità non si trasformi in un problema, serio, per il nonprofit milanese. Sono convinto che per funzionare bene la Fondazione non debba replicare le funzioni degli assessorati, creando un ulteriore diaframma tra bisogni sociali ed enti pubblici. E che debba darsi da subito un codice etico serio e rispettarlo, un modello di governance trasparente, con da subito l’adozione del bilancio sociale. È necessario che definisca immediatamente ambiti di intervento chiari, derivanti dall’ascolto delle associazioni che lavorano a favore delle fasce più deboli della popolazione (anziani, bambini, immigrati).

Deve soprattutto chiarire il proprio ruolo dal primo momento: facilitare le azioni di chi è già presente sul territorio e non sostituirsi ad essi. Milano infatti ha già un patrimonio e un’infrastruttura sociale  ampia, esperta e radicata (penso a Opera S.Francesco, Comunità Nuova, La casa della Carità, Opera Cardinal Ferrari ma anche alla Fondazione Cariplo per citarne solo alcune) che ha bisogno di risorse, di stimoli, non di concorrenti. Ci sono inoltre dei punti di contatto con l’esperienza delle fondazioni comunitarie operanti sul territorio Lombardo e dalle quali la Fondazione Milano Sociale può prendere utili ispirazioni.

In questo modo il progetto della Fondazione può davvero essere un volano per migliorare il welfare ambrosiano, può definire degli indicatori di performance condivisi così da alzare gli standard di qualità di tutti gli operatori del terzo settore, attrarre risorse da privati cittadini e aziende del territorio grazie alla garanzia di un patrocinio serio, un marchio di qualità senza compromessi.

Questo penso sia il percorso ideale per una nuova avventura di cui Milano può avere bisogno, ma solo se il pragmatismo e la trasparenza guideranno sempre tutta l’iniziativa. Cosa ne pensate?

Una risposta a “SULLA FONDAZIONE MILANO SOCIALE

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...